È di alcuni giorni fa la notizia che Google ha introdotto la Realtà aumentata in Maps e Apple sta preparando un visore da collegare all’iPhone (il lancio è previsto nel 2020). Maps e Iphone sono il servizio e il device più utilizzati nella nostra quotidianità. Credo che la Realtà Aumentata sia ormai prossima ad entrare nella quotidianità: ci permetterà di risolvere in modo efficace piccoli problemi e ci aiuterà a prendere decisioni più informate e consapevoli. Che si tratti dell’acquisto di un prodotto o che ci permetta di visualizzare la nostra meta prima ancora di raggiungerla, utilizzeremo informazioni sovrapposte alla realtà che stiamo vivendo in tempo reale. Cambia il modo di vivere, la nostra esperienza. Media, video e intrattenimento, storytelling, promozione e pubblicità, la Realtà Aumentata è uno strumento estremamente potente che ci porta a nuovi livelli di narrazione e di spettacolarizzazione anche per i brand: crea nuovi formati di advertising che diventano promozioni e viceversa.

i 4 Case History
1) dalla sinergia fra BMW, Accenture e Google è nata l’Augmented Reality Car Visualizer un’app che permette al cliente di immergersi tramite app nella vettura ancor prima di entrarvi dentro materialmente.

2) Peroni ha introdotto gli eventi “pop up” experience, creando un nuovo format (the hose of peroni) in cui gli avventori di alcuni bar selezionati possono bere drink a base del prodotto e al tempo stesso vivere le opere dell’artista che l’ha creato attraverso un visore in VR.

3) in tutti i Lego Store i piccoli visitatori possono ammirare su uno schermo il “prodotto finale” delle costruzioni. Basta avvicinarsi allo schermo con una confezione Lego ed è possibile scorgervi, come per magia, la costruzione di mattoncini nella sua interezza
qui il video: http://bit.ly/2ub1c9u

4) la realtà aumentata permette non solo di esplorare nuovi spazi, ma anche di arredare quelli di casa. Ancora una volta con una app: Ikea Place. l’app permette all’utente di arredare virtualmente la propria casa dei sogni con gli arredi dell’azienda svedese. Arredi che appaiono sullo schermo a grandezza naturale e con realistici effetti di luce e ombra.

Ma questi sono solo alcuni esempi.

Immaginate cosa può significare dar vita ad un ambiente social in realtà aumentata. Ma di questo ne parleremo al prossimo articolo.