L’uso dei social media può ostacolare la formazione dei ricordi. Lo dice uno studio dell’università della California di Santa Cruz.

Cosa accade quando sappiamo di poter evitare la fatica di memorizzare ciò che osserviamo?

Cosa accade quando la deleghiamo ad un supporto permanente come le fotografie?

E’ il cosidetto effetto offloading (scaricamento della memoria).

La risposta viene da 42 studenti che hanno osservato 15 opere d’arte presentate su uno schermo con queste 3 condizioni:

  • semplice osservazione

  • fotografare le opere con l’app Foto dello smartphone

  • fotografare le opere con il social snapchat e inviarle a un contatto

Il risultato: i semplici osservatori hanno avuto il punteggio migliore al test di memoria.

Quelli che hanno scattato una foto e quelli che l’hanno scattata e cancellata (funzione tipica di Snapchat) hanno avuto un punteggio peggiore rispetto ai semplici osservatori.

social foto offloading ivan riccardi

Conclusione: quando si è consci che lo scatto è disponibile anche in futuro, la nostra mente si distrae sapendo di poter consultare in futuro la foto (o l’informazione).
Non memorizziamo le informazioni importanti a causa di aspetti emotivi legati alle amicizie presenti sui social.

Ok, Digital Coach, cosa mi consigli?

  • Consiglio di scattare di meno ma meglio. In vacanza proviamo a pubblicare sui social (Instagram e Snapchat) con moderazione.

    Sia come semplici viaggiatori, sia come influencer è consigliabile fare attenzione alla nostra frequenza di pubblicazione e stare lontani dalla pubblicazione “compulsiva”. Questo vale anche per le aziende: il nostro pubblico riceve delle informazioni ma le “cestina” nel cassetto dei ricordi.

  • Sfruttiamo i social come estensione delle nostre capacità e non come contenitore, ci permette di ampliare i ricordi e le sensazioni.

  • Proviamo a vivere il momento pesando a cosa stiamo fotografando: sarà più emozionante quindi raccontarlo ai nostri amici o ai nostri follower.

  • Alleniamoci a non delegare sempre il compito di memorizzare le nostre nozioni (visive e non) ad uno strumento online: le risposte proviamo a darle senza chiedere tutto a Google.

social foto offloading ivan riccardi